Guardando il suo splendido paesaggio si capisce perfettamente quanto il Galles sia una terra devota all’allevamento e all’agricoltura: colline verdi e rigogliose che si perdono a vista d’occhio, dove gli agnelli sono liberi di pascolare per tutto l’anno, crescendo in un ambiente sano e pulito, e seguendo il ritmo delle stagioni. Come gli ovini, anche i bovini pascolano all’aperto la maggior parte dell’anno, cibandosi di un’erba verde e nutriente e producendo una carne di altissima qualità.

Un tipico esempio di produzione gallese è la Fattoria “Great Bottom” di Graham e Sarah Probert, situata nel sud est del Galles, molto vicino al confine con l’Inghilterra. La famiglia Probert fa questo lavoro da sempre: allevano principalmente agnelli, ne hanno all’incirca 400, e scottone, una cinquantina. Il loro è un esempio di produzione di altissima qualità, come ce ne sono molti in Galles.

Ascoltando le parole di Graham si percepisce subito come nulla in questo lavoro sia lasciato al caso: ogni aspetto è frutto di studio, viaggi e ricerca per cercare di migliorare sempre più la qualità finale del prodotto.

Uno dei lavori più importanti viene svolto sullo studio dell’erba, unico nutrimento per ovini e bovini gallesi: un mix sempre verde di trifoglio e altre erbe autoctone, che conferiscono al prodotto finale un gusto naturale e delicato.

“Healthy farm, healthy animals”, precisa Graham Probert, e guardando il suo allevamento, 162 ettari di terreno verde e pulito, lo si percepisce perfettamente!

Un altro importante aspetto per migliorare la qualità della carne è il lavoro d’incrocio fra diverse razze che viene portato avanti dagli allevatori: in Galles ovini e bovini vengono cresciuti solo per produrre carne che dovrà sempre avere una certa percentuale di grasso: in questo modo si garantisce una qualità costante nel tempo.

Nel 2008 la Fattoria Probert è stata inoltre certificata biologica. Ma cosa significa essere ‘biologici’ in un ambiente già di per sé così naturale? Sono 3 i punti da rispettare per ottenere la certificazione ‘organic’:

- non bisogna usare pesticidi sulla terra;

- tra l’assunzione eventuale di un medicinale e la macellazione del capo, il tempo che intercorre deve essere raddoppiato;

- un mese prima della macellazione gli animali vengono fatti passare in una vasca con acqua trattata per disinfettare il manto.

L’esempio della Famiglia Probert è ancora una volta la testimonianza che in Galles l’allevamento è un mestiere serio, è tradizione, ma è anche studio, ricerca e qualità sotto tutti i punti di vista. La stessa qualità si ritrova nel piatto: una carne dal gusto autentico e naturale, per nulla forte, che si presta a molte preparazioni.