L’estate è una stagione che per alcuni vuol dire sole, mare, relax, divertimento e, per parecchi altri, giornate all’aria aperta e barbecue in compagnia. Proprio per gli amanti delle grigliate, approfittando di questa ricorrenza, abbiamo deciso di raccontarvi il nostro barbecue a base di carne d’agnello dal Galles direttamente in Italia, portandovi alla scoperta di un mondo che molti assaporano solo a Pasqua.

Tanto per cominciare…

Intanto, se conservato in frigo, l’agnello va portato a temperatura ambiente mezz’oretta prima di esser messo sulla brace: solo così potrete avere una cottura omogenea della carne senza che all’interno rimanga più fredda rispetto alla parte esterna. Questa è un’indicazione da tener buona per qualsiasi tipo di carne, soprattutto per quelle che non richiedono una lunga cottura proprio come l’agnello.

Come insaporire l’agnello?

Lavorate almeno in coppia: è sempre un buon metodo per preparare nel migliore dei modi un piatto confrontandosi con un'altra campana! Mentre il vostro amico si occupa della brace e l’agnello entra in sintonia con il tepore di questi giorni, pensate ai condimenti che andranno ad esaltare i sapori del vostro piatto. Questi stanno un po’ ai vostri gusti (e non dimenticate, soprattutto a quelli degli ospiti!): noi consigliamo di far marinare in una ciotola olio, rosmarino e uno spicchio d’aglio più la consueta spruzzatina di sale e pepe che non guasta mai. Ora che la carne sarà pronta passerà almeno mezz’oretta: a quel punto la marinatura risulterà perfetta per insaporire l’agnello.

Dalla brace al piatto

Solo quando la fiamma del fuoco si attenuerà ed una velatura bianca avvolgerà la brace, la griglia sarà pronta: a questo punto appoggiate le costolette (ma anche cosciotto o spalla) d’agnello e lasciatele rosolare per non più di 10’, ricordando che i gallesi non mangiano la carne al sangue. Ma pink. Insaporite il tutto con i condimenti preparati in precedenza e servite i vostri commensali con un contorno che può variare dalle patate all’insalata, senza dimenticare che un bel bicchiere di vino rosso non guasterà mai l’appetito di nessuno.