‘Ogni cosa alla sua stagione’, recita il proverbio, più che mai azzeccato quando si parla di cibo. Oggi siamo tutti consapevoli dell’importanza di scegliere ingredienti di qualità e, possibilmente, di stagione poiché il periodo in cui la Natura regala i suoi frutti è lo stesso in cui queste specialità esprimono le loro migliori qualità (e hanno un minor impatto sul portafoglio!).

Non solo i prodotti agricoli hanno una loro stagione – frutta e verdura, ad esempio - anche quelli di origine animale sono legati al ciclo della natura: è il caso dell’Agnello gallese la cui stagione inizia proprio adesso, in estate, e si prolunga fino alla fine dell’anno. E’ in questi mesi che il Welsh Lamb dà il meglio in termini di gusto, tenerezza e succulenza.

Spesso associamo la carne ovina con la primavera (e la Pasqua per precisione), ma per raggiungere quella tenerezza e quel sapore così apprezzati il Welsh Lamb deve trascorrere alcuni mesi fra i pascoli e le verdi colline gallesi. I pascoli estensivi, l’aria pulita, l’erba e l’erica profumata di cui questi animali si cibano rendono la carne eccezionalmente gustosa, delicata e per nulla caratterizzata dal tipico sapore selvatico.

In Galles esiste anche una ricorrenza legata all’inizio della stagione dell’agnello: il Llamb’s Day, celebrato il primo di agosto, che coincide con il Lammas Day - o Calan Awst - cioè la prima festa del raccolto dell'anno.

Il Llamb’s Day è un momento di grande festa, l’occasione per trovarsi con gli amici, la famiglia, i vicini di casa e preparare insieme della squisita carne alla griglia, proveniente proprio dai verdi pascoli gallesi. Si dice anche che le coppie che si incontrano nel Llamb’s Day siano destinate a sposarsi!

L'Agnello è una carne versatile e può essere utilizzata per molteplici preparazioni, dalle costolette panate alle polpette, dalle insalate al ragù.