Non vi è mai capitato di dover congelare buone quantità di carne dopo aver approfittato di un'offerta al supermercato? Troppo spesso però, i metodi utilizzati non sono tra i migliori e, per salvare la vostra spesa, oggi proviamo a dispensare qualche consiglio su come conservare i prodotti nei vostri congelatori.

La carne conservata a una temperatura costante di - 18° C (o inferiore) ha una durata di conservazione elevata e anche quando la carne viene tenuta più a lungo di quanto suggerito, questa continua a rimanere mangiabile: a deteriorarsi sono solo le caratteristiche organolettiche, soprattutto quando la quantità di grasso è minima. Infatti anche a così basse temperature può avvenire un processo di deterioramento, senza dimenticare che la presenza di sale accelera questi processi.

Quando i cibi congelati cambiano colore e sapore, subentra il processo del freezer burn. Cos’è il freezer burn? Si tratta di un fenomeno che si verifica quando i cibi congelati, confezionati in modo non appropriato, perdono umidità in superficie. Il consiglio è innanzitutto quello di non mangiare cibo dopo la scadenza. Inoltre, è preferibile seguire le istruzioni per la conservazione che potete trovare sulle etichette dei prodotti da consumare.


Detto ciò, possiamo spendere qualche parola in merito all'Agnello Gallese IGP e al Manzo Gallese IGP: entrambi possono essere conservati in frigorifero ad una temepratura di circa 5° per non oltre cinque giorni, mentre in freezer il manzo mantiene più a lungo le proprie qualità (uno fino a 12 mesi, l'altro circa 9).